Accesso pro
Sei qui: \ \ \ Che trattamento scegliere

Che trattamento scegliere

Per un’acqua sempre limpida e sana non basta filtrarla, occorre anche trattarla per eliminare virus e batteri. Per essere di qualità, l’acqua non deve essere semplicemente disinfettata ma anche disinfettante - si parla dunque di un’azione sanificante persistente – in quanto anche un’igiene impeccabile da parte dei natanti non impedisce la contaminazione batteriologica della vasca. Il mercato propone diversi prodotti per il trattamento dell’acqua.

Cloro : si tratta del prodotto maggiormente utilizzato. Estremamente efficace, elimina batteri, virus, microrganismi e alghe. Tuttavia, perde di efficacia in caso di pH elevato - il pH misura il grado di acidità dell’acqua - ed è sensibili ai raggi UV.

Bromo : rispetto al cloro è meno sensibile ai raggi UV e alla temperatura ed è molto utilizzato nelle spa e nei centri benessere. Presenta il vantaggio di rimanere attivo anche in condizioni di pH elevato.

Ossigeno attivo : completamente solubile in acqua (dove si decompone in acqua e ossigeno) non presenta effetti indesiderati quali irritazioni agli occhi o alla pelle. Per un’azione completa va associato a un antialghe.

PHMB : il poliesametilene biguanide non esercita alcuna azione algicida, di conseguenza le alghe andranno trattate separatamente. Stabile ai raggi UV, non perde di efficacia in caso di variazioni della temperatura o del pH; inoltre l’acqua rimane inodore e insapore. Tuttavia potrebbe risultare aggressivo nei confronti dei materiali utilizzati e l’utilizzo comporta dei costi non indifferenti. Infine, è compatibile esclusivamente con i filtri a sabbia.

Raggi UV : ll’acqua è sottoposta a un’intensa irradiazione ai raggi UV, che la sterilizzano distruggendo batteri, alghe e virus. Essendo insensibile alle variazioni chimiche dell’acqua, in particolare a quelle del pH, questo trattamento si rivela efficace, tuttavia non è persistente. Dovrà quindi essere impiegato in combinazione con altri trattamenti, per esempio l’ossigeno attivo.

Elettrolisi : si tratta di un trattamento a base di cloro caratterizzato da un ciclo particolarmente interessante. La corrente elettrica trasforma in cloro il sale presente nell’acqua. Questo cloro presenta il vantaggio di essere un ottimo reagente e soprattutto di non provocare l’insorgenza di cloramine, a volte causa di odori indesiderati e di possibili reazioni allergiche. Il cloro si ricombina con il sodio libero per formare nuovamente del sale e via di seguito. Risultato: il consumo di sale è ridotto al minimo. Gli apparecchi per elettrolisi sono autonomi, il che consente di programmare il trattamento desiderato. Qualora non fosse già previsto, si consiglia di collegarli a sistemi di regolazione del pH in quanto tendono ad aumentarne il valore.

Traitement piscine : l'eau traitée par un électrolyseur

Condividi questo segreto con un amico

Leggi anche

Avere un’acqua sana con meno prodotti chimici?
Si può!

Che trattamento scegliere?

Scopri gli
elettrolizzatori

GUARDA IL VIDEO
SUL TRATTAMENTO
DELL’ACQUA